“Non esiste oceano che non possa essere superato.”

Ivan Cottini

Ex fotomodello con una forma grave di SM.

La storia di Ivan Cottini

Notorietà, successo e amore. Poi una forma grave di SM che cambia tutto.

Mi chiamo Ivan, ho 30 anni e fino a poco tempo fa lavoravo come fotomodello. Quando ad aprile 2013 sono arrivati all’improvviso i primi disturbi – una brutta diplopia seguita da gravi difficoltà a deglutire, masticare e perfino parlare – mi è crollato il mondo addosso. Con la diagnosi di una forma grave di SM è svanito tutto in un attimo: il lavoro, la fidanzata di allora e il futuro.


Grazie ad AISM, ho scelto di lottare.

Grazie ad AISM ho imparato che non esiste oceano che non possa essere superato: me lo ripeto ogni giorno, quando anche alzarmi dal letto da solo è un’impresa. La cura sperimentale che seguo prevede l’assunzione quotidiana di 14 medicine e moltissima fisioterapia per rallentare quanto più possibile
 il decorso invalidante.

Lotto ogni giorno per fermare la progressiva perdita di autonomia, per non lasciarmi vincere dalle difficoltà e per trasmettere un messaggio importante a chi vive situazioni complicate. Sono io, mattina dopo mattina, a vincere sulla sclerosi multipla.


Sostieni AISM e lotta insieme a Ivan.

Ogni 3 ore un giovane tra i 20 e i 40 anni riceve come Ivan una diagnosi di sclerosi multipla che cambia la sua vita, con ripercussioni su lavoro e affetti. Solo in Italia, ogni anno i nuovi casi sono oltre 2.000: un dato su cui riflettere, soprattutto se pensiamo che la SM è la causa principale di disabilità fra i giovani, dopo gli incidenti stradali.


Ivan Cottini